OCCHIO ALLA TRUFFA!

Truffe agli anziani ma non solo. E’ partita dalla Regione Lombardia, dopo gli ultimi casi di raggiri in tutto il nostro territorio di cui sono vittime gli anziani, la campagna informativa di prevenzione. Una vademecum per informare gli interessati sulle modalità con cui si verificano questi episodi e su come sia possibile prevenirli con suggerimenti e consigli.

Quando si è in casa
- Fare molta attenzione a chi bussa alla porta: non farsi ingannare.
- Non aprire la porta agli sconosciuti: se qualcuno suona il campanello e dice di dover consegnare lettere, pacchi, opuscoli, chiedere di lasciarli sullo zerbino o nella cassetta della posta.
- Spesso i truffatori si presentano come tecnici (di gas, luce, acqua, caldaie, telefono) addetti alla lettura dei contatori oppure come impiegati o funzionari del comune, della posta o della banca.
- A volte indossano anche una divisa o mostrano un falso tesserino di riconoscimento.
- Ricordarsi che di solito i tecnici e i funzionari di enti e aziende, prima di presentarsi a casa, avvisano.
Quando si è per strada
- Non dar mai retta a sconosciuti, anche se all’apparenza sono cordiali e ben vestiti, e non firmare mai nulla per nessun motivo.
- Se qualcuno si avvicina fingendo di conoscerci, facendo riferimento a episodi della nostra vita o dei nostri familiari, allontanarsi dicendo che un parente ci sta aspettando.
- Non fidarsi di chi si avvicina fingendosi bisognoso e vuole venderci gioielli o pietre preziose: non comprare nulla perché sono falsi!
- Se qualcuno ci urta facendoci cadere sulla giacca del gelato o del caffè, non farsi aiutare a pulire i vestiti perché possono rubare il portafogli. Allontanarsi dicendo che ci si ripulirà a casa.
- Non firmare documenti per indagini o campagne di solidarietà: ciò che si firma potrebbe essere un contratto di vendita e arriverà a casa una richiesta di pagamento!
Consigli
1) In banca o in posta farsi accompagnare da qualcuno soprattutto se si ritira la pensione o se se si deve versare molto denaro.
2) Quando si utilizza il bancomat, occorre essere prudenti: se ci si sente osservati, non usarlo e se ci si sente seguiti, entrare in un negozio, cercare un agente o una compagnia.
3) Durante la spesa o al mercato non lasciare incustodita la borsa e fare attenzione a chi ci urta o si avvicina senza motivo.
4) Portare sempre con sé un telefono cellulare per le emergenze, non tenere il portafogli o denaro contante in tasche esterne della giacca.
5) Non lasciare borse o altri oggetti in vista all’interno dell’automobile.
6) Parlare subito di quello che ci è accaduto alle Forze dell’Ordine o alla Polizia Locale. Aiuteranno a risolvere il problema.
Numero Unico Emergenza 112
Contatti

►►►Itinerario Cavriana ● Polizia Locale: Per partire da qui - Per arrivare qui ◄◄◄
►►► Per scrivermi un'email ◄◄◄
►►► Per tornare all'inizio ◄◄◄

Pagine viste dal 18.02.2009